Impianti elettrici nelle gallerie stradali autostradali

Lo scopo principale della progettazione è quello di garantire il buon funzionamento degli impianti nelle varie condizioni di esercizio normale, in caso di incidente e di incendio, pertanto nella fase iniziale occorre tenere conto e studiare in modo approfondito queste diverse situazioni considerando l'ambiente come  luogo a maggior rischio in caso di incendio. 

I sistemi di alimentazione elettrica relativi alla ventilazione meccanica e all’illuminazione di rinforzo, devono essere studiati, adottando criteri adattativi, per permettere  funzionamento variabile in funzione dei fattori di luminanza presenti all'esterno  e della situazione dell'atmosfera interna alla galleria.  Di conseguenza occorre prestare attenzione alle varie situazioni e curare l’efficienza energetica al fine di rendere minimi i costi e l’impatto energetico.

L'architettura  della distribuzione elettrica deve raggiungere obiettivi di sicurezza, manutenzione, funzionamento e affidabilità, con una disposizione che predilige la modularità dei componenti e la facilità d’installazione, la manutenzione e il controllo dell’efficienza la configurazione  porta a una esecuzione modulare standardizzata per la distribuzione locale ai settori ed ai ventilatori e per quella terminale agli apparecchi illuminanti.

La progettazione degli impianti elettrici di alimentazione deve pertanto tenere conto di  tutti gli scenari critici  e una adeguata valutazione di resistenza alle temperature dei componenti.

 L’impianto di illuminazione deve presentare prestazioni in conformità con la luminanza minima di sicurezza. Il Traffico Giornaliero Medio (TGM) attraverso una galleria e l’analisi economica devono essere fattori decisionali nel determinare le caratteristiche, la qualità e i livelli di luminanza interni. Quindi, la configurazione ottimale dell’illuminazione di rinforzo deve raggiungere l’obiettivo di ridurre il costo di installazione e l’impatto energetico durante l’esercizio ma nel rispetto assoluto delle Normative e legislazione vigente. Nella progettazione dell’illuminazione tra i parametri noti e costanti sono da considerare la lunghezza, la posizione geografica e la pendenza della strada, mentre tra quelli variabili sono da considerare le condizioni climatiche e lo stato del manto stradale (asciutto, bagnato) che influenzano la distanza di arresto ad una data velocità di traffico.

Gli impianti elettrici delle gallerie sono  in ambienti severi ed esposte a sollecitazioni esterne e all’incendio. I componenti elettrici da adottare devono essere idonei  alla tipologia ambientale (temperature locali, aggressività fumi e polveri, esposizione alla condensa). In particolare si raccomanda  l’idoneità alla severità di grado 3 (inquinamento conduttivo o di inquinamento secco non conduttivo che diventa conduttivo a causa della condensa) e sovratensioni di categoria III. Per gli involucri di tutti i materiali elettrici, occorre considerare  in genere un grado di protezione  non inferiore ad IP 65.

Nel caso di evento incendio la galleria può essere suddivisa in zone a diverso livello di esposizione al rischio. 

La distribuzione interna può studiata in modo tale da  collocare le dorsali in un cavidotto interrato. I carichi elettrici quali illuminazione, ventilazione e apparecchiature ausiliarie dovranno essere suddivisi in modo tale da dividere i circuiti con posa ispezionabile

L’illuminazione permanente deve essere prevista suddivisa su almeno due file, almeno una per ogni senso di marcia nelle gallerie a doppio senso e in ogni caso atta ad una uniformità di luminanza su tutta la carreggiata. I corpi illuminanti sia dell’illuminazione permanente che di rinforzo devono essere suddivisi in settori alimentati da un adeguato numero di circuiti.

I corpi illuminanti devono essere facilmente sostituibili ovvero devono essere dotati di dispositivi che consentano lo sgancio e l’aggancio rapido.

L’illuminazione permanente deve garantire anche il servizio in emergenza e, pur ammettendo la perdita del singolo corpo illuminante per l’esposizione all’incendio o alle alte temperature, deve essere garantita l’alimentazione almeno al 50% dei corpi illuminanti alimentati da UPS.

Per gallerie particolarmente lunghe si rende necessaria la presenza di una o più cabine di trasformazione da posizionare agli imbocchi.